Come ricercare un fotografo Ravenna su matrimonio.com

Matrimonio.com siete sicuri di trovare il meglio?

In questo articolo voglio parlarvi di matrimonio.com, uno dei più grandi portali al mondo dedicato a tutti i tipi di servizi legati al matrimonio.

Matrimonio.com che cos’è?

Navigando per il famoso portale matrimonio.com e curiosando tra le sue proposte, mi sembra  che le offerte siano ispirate, più da esigenze di marketing, quindi di profitto (comprensibile nella prospettiva di una grande azienda), che  dalla voglia di offrire agli sposi i servizi migliori, magari anche ad un prezzo conveniente.
Gli sposi che, per  cercare, trovare e scegliere beni e servizi, visitano il portale, hanno la possibilità di reperire, offerti su un piatto di argento, ogni genere di proposta e di servizi. Un buon punto di partenza non vi è dubbio!
E non è affatto strano, se si pensa che le aziende,  iscritte al portale,  sono oltre 55.000, un numero davvero considerevole, che viene valorizzato anche nella home-page. Tutto ciò significando, in maniera più o meno esplicita: “cari sposi tutto quello che cercate state tranquilli che lo troverete qui da noi”
Ed in effetti le cose stanno così, tuttavia…..

Magistrale ed attenta è l’architettura del portale matrimonio.com

matrimonio.com-schema dettagliato del organizzazione del portale

L’organizzazione logica di matrimonio.com è stata pensata ed organizzata in maniera eccellente dai tecnici informatici e dai loro operatori di web marketing.
Gli sposi, azionando due click di mouse, hanno la possibilità di cercare e trovare, in maniera assolutamente intuitiva, qualsiasi tipo di azienda suddivisa per provincia e città.

I servizi sono posizionati dalla prima al ultima pagina in base a quanto sono disposti a pagare

Tutti i servizi “aziende” vengono inclusi al interno di una o più pagine, ordinate con il seguente criterio: Top (d’oro), Top (argento), Premium ed, infine, i fornitori iscritti gratuitamente.

Ai sottoscrittori Top Oro vengono assegnate le primissime posizioni in una determinata categoria, città e provincia, a seguire troviamo i Top Argento, quindi i fornitori Premium, che vengono raggruppati in prima o in seconda pagina: un fornitore premium si può trovare, infatti, dodicesimo in prima pagina oppure primo in seconda pagina. In altre parole, il sistema li fa ruotare.
Ultimi, ma non ultimi, sono coloro che si iscrivono gratuitamente, accodandosi  agli altri senza spendere una lira.

Parliamo ora della nicchia che conosco particolarmente bene, ossia quella dei fotografi iscritti a vario titolo al portale matrimonio.com

Prima Considerazione: modalità di iscrizione

  • Qualsiasi fotografo si può iscrivere al portale matrimonio.com senza alcun obbligo di P. IVA; questo significa che qualsiasi persona può iscriversi, ottenendo una certa visibilità, anche se manca di esperienza e di professionalità, oltre che di attrezzatura tecnica per realizzare un buon servizio di matrimonio.
  • Un’attrezzatura modesta, per non dire scadente, NON può garantire la stessa qualità fotografica delle macchine professionali dotate di ottiche e flash professionali.
  • Può  anche succedere che quel “fotografo” sia molto bravo nel sapervi convincere ad affidarvi a lui,  ma il risultato finale potrebbe deludervi e non poco!

Seconda considerazione: vetrine in formato Bignami troppo ridotte

  • Ogni iscritto al sito viene dotato di un certo numero di strumenti – di esclusiva appartenenza al portale – funzionali a dargli visibilità esterna. Tra questi, troviamo una piccola vetrina dove al più possono essere caricate un centinaio di foto.
  • Nemmeno a dirlo, verranno pubblicati gli scatti più riusciti, magari dei matrimoni più eleganti e magari con le spose e gli sposi più belli.
    Davvero troppo poco per consentire agli interessati di capire se, chi si propone, é capace di lavorare in qualsiasi condizione, dalle più semplici alle più complesse.

Terza considerazione: viene cancellata la singola individualità

  • Su ciascuna foto viene posto il watermark (marchio digitale) di matrimonio.com, mentre vengono eliminati i loghi di proprietà, magari recanti il nome del sito. E’ una tecnica che cancella l’individualità del singolo fotografo.

Quarta considerazione: zero link verso i siti dei fotografi

  • Viene tolta la possibilità di visitare il sito del fotografo perchè  volutamente  NON linkato (Si mai che abbandoniate il portale)
    A questa scelta conseguono due effetti negativi per voi sposi:
  • primo: rischiate di farvi influenzare più dalla chiacchera della persona che vi offre il servizio (ce ne sono tanti), che non dalla reale qualità del suo lavoro.
  • secondo: non sarete in grado di capire se costui ha un sito di sua proprietà (il minimo sindacale) o se si limita a lavorare esclusivamente sui social, come sempre pubblicando solo gli scatti migliori

La stragrande maggioranza delle recensioni positive NON sono spontanee! Perchè?

E’ presto spiegato: matrimonio.com è interessato a che il maggior numero possibile di persone visitino il portale, ed è interessato a che i futuri sposi acquistino i servizi dai loro fornitori: in primo luogo da quelli a pagamento e in riserva, da quelli gratuiti, per garantirsi – da questi ultimi – la sottoscrizione dei contratti annuali che possono superare anche i 1000 Euro.

Pertanto invita i fotografi matrimonio a richiedere agli sposi delle recensioni positive che compariranno nella vetrina.

Ogni anno  matrimonio.com premia con un bollino (d’oro, di argento e di bronzo) chi, nell’arco di un anno, ha ottenuto più recensioni, scatenando di fatto una vera e propria gara per accaparrarsi il bollino da esporre sul sito personale e da esporre sulla vetrina del portale con la dicitura “CONSIGLIATO DA MATRIMONIO.COM”

Nulla di male in questo, ma….. è tutto marketing!!

Matrimonio.com, gli aspetti che proprio non mi convincono!

Qualità delle recensioni positive:

Matrimonio.com bollini annuali del Wedding Awards dal 2014 al 2018

Una recensione richiesta, NON è mai spontanea e può, da una lato, nascondere  difetti e dall’altro enfatizzare qualità inesistenti. Insomma, può non rispondere alla reale esperienza degli sposi.

Questa osservazione è confermata dal fatto che, se si prova a confrontare le recensioni relative al lavoro di uno stesso fotografo sulla la vetrina del portale e su Google (il motore non premia con i bollini!!!), si noteranno differenze sostanziali sia quantitative che qualitative.

Questo si spiega perché le recensioni positive NON provengono esclusivamente dagli sposi di matrimonio.com, potendo essere rilasciate da chiunque come amici, parenti ecc.

Ancora: mi è stato spiegato che il personale fa le debite verifiche prima di validarle ma… dal momento che molti sposi non sono iscritti, chiunque può dire che il servizio fotografico l’ha fatto quel fotografo.

Qualità delle recensioni negative:

Le recensioni negative (pochissime a dire il vero, proprio per il discorso fatto sopra) sono spontanee….. ovvio!

Ritengo però scorretto che gli sposi possano mettere una stella in maniera anonima sulla vetrina del fotografo, togliendo all’interessato la possibilità di intervenire pubblicamente per difendere il proprio lavoro. A volte possono sorgere controversie ed incomprensioni anche per futili motivi e non soltanto per negligenza o scarsa professionalità.

E’ una cosa che ho fatto presente perchè sull’unica recensione negativa ricevuta volevo dire la mia ma non mi è stato possibile farlo e neppure capire chi è stato veramente.

Sono profondamente convinto che una recensione, oltre ad essere possibilmente spontanea, debba essere autentica, riconoscibile e motivata indipendentemente dal numero di stelle ricevuto, e Google, in questo senso, insegna. Chi vuole recensire deve essere loggato, quindi riconosciuto!!!

E ora parliamo degli sconti: -5%, -10%, -15%, le promozioni, noccioline caramelle….

Quando visitate le pagine dei fotografi, noterete che i più offrono sconti e promozioni “esclusive matrimonio.com
Anche senza volere escludere che talvolta le bazze esistono per davvero, in linea di massima credo che nessuno pensi realmente che le promozioni siano  esclusive ed imperdibili.

Soprattutto, spesso, non è possibile verificare se sconti e promozioni siano reali in quanto il prezzo relativo allo “sconto” o alla “promozione” viene sintetizzato nella formula  “a partire da…..” !

E’ intuitivo che un vero sconto e la formula  “a partire da”, mal si conciliano tra loro.

Teniamo sempre presente che, ogni venditore, in qualsiasi settore, ha ben presente quello che  vuole realizzare, così come ogni acquirente ha presente il proprio target di spesa. Tutto il resto si chiamano illusioni e tattiche.

Conclusione

L’incontro tra acquirente e venditore deve essere sempre basato sulla reciproca lealtà e buon senso. Per quanto mi riguarda cerco di consigliare le coppie di sposi nel modo migliore per tutti, cerco di capire le loro esigenze economiche, motivo le ragioni dei miei costi, se ho la possibilità consiglio sempre la strada più conveniente offrendo benefit concreti che dia loro la possibilità di risparmiare su altri servizi che molti si fanno pagare a peso d’oro, insomma di essere soddisfatti.

Con una battuta…… “in matrimonio.com non tutto ciò che brilla è oro!”

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *