Durante i reportage matrimoniali capita di presenziare e scattare al gioco del morso della mela
Matteo Scorza Fotografo e Videomaker

Reportage matrimoniali come sono nati, come si sono evoluti!

Se state pianificando le vostre nozze e soprattutto, iniziando a farvi un’idea di potenziali fotografi, anche se nuovi al mondo della fotografia, vi sarete sicuramente imbattuti nel termine foto reportage matrimoniali.


Infatti, negli ultimi anni sempre più spesso la parola fotoreportage è accostata a fotografo di matrimoni, con molti di questi che si definiscono appunto fotoreporter.
Ma…… abbiamo le idee chiare su cosa sia davvero i cosiddetti reportage matrimoniali?

Reportage-matrimoniali sposi che ballano attorniati da amici e parenti

(Immagine scattata a https://www.palazzomanzoni.it/)

Definiamo il concetto di fotoreportage

Il fotoreportage, foto giornalismo o cronaca fotografica è in realtà un termine usato per descrivere uno stile giornalistico realizzato attraverso la fotografia che è usata per raccontare una storia, riportare visivamente un resoconto, o reportage appunto, di una notizia, dove ogni immagine è un pezzo della storia.
“Un’immagine vale più di mille parole”, questa è la teoria alla base del foto giornalismo che si riverbera nei reportage matrimoniali. Considerati quindi un tipo di giornalisti, i fotoreporter hanno il compito di osservare e documentare un evento proprio come questo si verifica, senza nessuna interferenza o distorsione, con l’obiettivo di rappresentare la realtà di quanto accade in modo fedele ed accurato, collocando la ripresa fotografica in una dimensione narrativa.

Reportage matrimoniali: la nascita di un “nuovo stile fotografico”

E’ alla fine degli anni Ottanta che un gruppo di fotoreporter inizia ad applicare questa tecnica alla fotografia di matrimoni, creando così un nuovo, unico stile fotografico, al quale ci riferiamo come foto reportage matrimoniali, portando sicuramente una ventata di aria fresca nel settore.

Quello che fondamentalmente realizzava il fotografo matrimonio “nell’antichità”

Prima di questo momento le foto di nozze sembravano solidamente radicate in immagini standardizzate e stereotipate che venivano replicate ogni volta per ogni cliente. La foto del taglio della torta, la foto in cui si guarda fuori dalla finestra.. L’intento del fotografo era quello di costruire le immagini, fornendo precise istruzioni e guidando i soggetti fotografati. Le foto matrimoni tradizionali prevedevano un grande controllo della luce da parte del fotografo durante per esempio la celebrazione nuziale.

Reportage matrimoniali: gli obbiettivi e le tecniche dedicate.

Scatto di un selfie durante un reportage matrimoniale tra la sposa, la sorella e il fratello

I reportage matrimoniali hanno stravolto questo approccio. Invece di creare artificialmente delle immagini perfette, il fotografo fa un passo indietro e si limita ad osservare gli eventi così come accadono, cercando di catturare l’autenticità del momento. Il fotoreporter di matrimoni si focalizza su immagini spontanee, non impostate, con una minima interazione con i soggetti fotografati.
Tipicamente scatta immagini velocemente usando la luce naturale a disposizione o il flash della fotocamera, anche se la tecnica ed una preparazione preliminare per avere un’idea chiara di ciò che si vuole raccontare rimangono fondamentali. Occorre avere una profonda conoscenza dei tagli, dei piani e della composizione di un’immagine. Se si ha una corretta cognizione dell’inquadratura ogni momento è quello giusto per lo scatto.
Il risultato sono delle fotografie uniche nella loro originalità, in grado di comunicare qualcosa da sole così come nell’interezza del reportage fotografico.

Oggi che cosa sono diventati i foto reportage matrimoniali?

Negli ultimi anni il termine fotoreportage matrimoniali, in relazione alle foto di matrimoni, è diventato uno di quei termini in voga utilizzato sempre più spesso come strumento di marketing piuttosto che come una reale descrizione di uno stile fotografico.
Quasi come un termine che è ‘necessario’ avere da qualche parte in quanto è la moda del momento. Ci sono diversi fotografi che, pur definendosi fotoreporter, non hanno alcuna esperienza in questo campo. Basta osservare il loro lavoro per vedere che spesso non esibiscono nessuno scatto di questo tipo.

Reportage matrimoniali in conclusione

Per quanto mi riguarda, come forse avrete già avuto modo di capire se avete familiarizzato un po’ con il mio lavoro, mi piace mescolare la freschezza dei reportage matrimoniali con gli scatti in posa, per consegnarvi un racconto completo della giornata. Amo dedicare un periodo di tempo durante la giornata per le foto più tradizionali in posa ma penso che l’essenza di un album di nozze stia nelle sue foto più autentiche: vale a dire tutti quei scatti di cui vado più orgoglioso e che appassionano di più gli sposi che ho il piacere di fotografare.

 

81 / 100 SEO Score